Incontro con sfera di luce intelligente – Carlo B.

Mi sdraio sul letto, stanchissimo, senza fare nulla dopo pochi minuti perdo il contatto col corpo e sprofondo nel solito spazio oscuro. Vado verso l’alto usando solo la volontà.

Mi muovo fra ambienti sfuocati e dopo un po’ di giretti avverto un cambio totale di livello del sogno.
Qualcosa mi sta attirando…rimango sospeso nel buio di fronte ad una sfera luminosa di colore giallo chiaro.
Noto che la sfera è perfettamente al centro del mio campo visivo ad una distanza verosimile di dieci, venti metri. Dietro c’è un immenso campo oscuro con una fascia più scura che crea una specie di struttura circolare intorno a noi di circa…cinquanta, sessanta metri.

Non c’è alto ne’ basso, sono al cospetto di questo essere che mi ha bloccato in volo. Ci osserviamo per qualche lungo secondo poi l’essere luminoso finalmente rompe il ghiaccio…
“Carlo, vuoi che io ti insegni qualcosa che non conosci?”, mi parla in modo verbale, chiaro, sintetico, con la voce di una giovane ragazza. Poco prima ho avuto la percezione che stesse cercando qualcosa…come se si stesse sintonizzando con me cercando un linguaggio adatto per la comunicazione.
“Si, si! Insegnami qualcosa! Insegnami!…”, è la mia risposta emotiva, senza neanche pensarci su. “E quando mi ricapitolando una occasione così? “, penso mentalmente.
C’è un momento di silenzio, la sfera sfarfalla un po’ come una fiamma al vento. Io aspetto con impazienza e poi comincio una specie di sintonizzazione. ..sento dei suoni bassi, profondi…vedo delle sagome umane e mostruose sul fondo dello spazio, dietro alla banda nera. Percepisco impressioni di terrore e disgusto, come se mi fossi sintonizzato per sbaglio su frequenze negative.
Ho un sussulto, cambio canale e mi sintonizzo stavolta su frequenze più alte, acute e vedo una serie di filamenti di luce che prendono forma intorno alla sfera e dietro di essa. I filamenti sembrano come dei fili elettrici…che pulsano di vita mentre io li percepisco e mi ci sintonizzo. Infine mi focalizzo sulla sfera e la vedo ora in primo piano, mentre prima la vedevo in trasparenza.
Comprendo che ho eseguito un esercizio di volontà mettendomi in sintonia con la giusta frequenza, quella che mi permette di percepire il mio amico luminoso.

La sfera sfarfalla ancora e poi scompare sul fondo. Io vengo letteralmente scagliato verso un immenso planetario luminoso. La luce azzurra mi invade…il mio volto e’ illuminato da una emanazione calda e vivace…sento una sensazione di benessere e tranquillità.

Vedo una mappa di migliaia di pianeti blu luminosi simili a sfere di luce. Capisco che si tratta di una splendida proiezione telepatica che mi è stata regalata e io ci sono completamente dentro! Vedo un universo composto da questi infiniti esseri blu…la loro emanazione non è umana. Sembrano piuttosto. ..sfere intelligenti in un cosmo parallelo.
“Questa mappa non la conosco, non conosco queste costellazioni…”, penso mentalmente. La mia attenzione viene catturata da una zona della mappa, c’è un ingrandimento. ..poi vedo due segni simili a frecce che indicano due sfere blu. Il mio amico mi sta indicando questi punti…ma cosa rappresentano?

Il mio impulso umano mi spinge a creare braccia umane e ad afferrare la mappa. ..che ovviamente non ha nessuna densità e finisco con uno sforzo per cercare di prendere qualcosa di questa meraviglia che ho davanti. La planimetria scompare…le mie mani ombra si muovono a vuoto…perdo concentrazione. ..

Carlo Bascelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *