Seduta su una nuvola – Maria F.

Sono seduta su di una nuvola,
le mani sono appoggiate su di essa e al tatto è soffice, morbida, è chiara, e ci si sta seduti comodamente.
Le mie gambe penzolano nel vuoto, no! non nel vuoto… nell’universo…… riesco a percepire le forme di altri pianeti, di stelle ed altro, è di un blu scuro ma allo stesso tempo la visuale è chiara.
Mi sento benissimo, e mentre spazio con lo sguardo, davanti a me scorgo la Terra.
Dio come è bella, riesco a vedere il colore azzurro delle acque, il verde delle foreste, i continenti.. accanto a me si siede qualcuno e non ho bisogno di vedere chi sia, già lo so !!
….La mia guida, Camilla, sempre presente coi suoi insegnamenti, mi volto a guardarla e mentre mi sorride mi indica la Terra e mi dice: Bella vero ? Mi volto e le sorrido.
Mi dice di tornare a guardarla e io obbedisco anche se sono un po’ perplessa, non capisco…
Dalla Terra cominciano a partire degli spruzzi di colore rosso, c’è ne di tutte le altezze, da piccolissimi a sempre più alti, sono verticali e alcuni hanno un diametro un pochino più largo degli altri, mentre cerco di capire, ne spuntano altri e altri ancora.
La Terra ora è quasi tutta ROSSA. Vedi Maria, mi dice, questo è ciò che fa l’uomo e allora comprendo LA GUERRA. Rimango sconvolta mentre ne prendo sempre di più la consapevolezza, e comincio a sentire un dolore nel petto, che via via diviene sempre più forte, comincio a vedere persone che perdono un arto per lo scoppio di una mina, vedo fucili che sparano, grida di dolore, omicidi, sento la paura, il terrore della gente, stupri, i pianti dei bambini e il dolore al petto continua a crescere.
Vedo il MALE in tutte le sue forme, e lo SENTO in tutto il suo dolore.
Ogni spruzzo, contiene morte, dolore sofferenza, paura…. Violenze di ogni tipo, e a chiunque !!!
Le lacrime scendono, e il dolore che sento è fortissimo, sono li, vedo, sento, e mi sento impotente. Che posso fare mio Dio !! Camilla mi prende una mano, e il dolore comincia ad attenuarsi
Quando l’essere umano comincerà ad amare chi ha vicino, i suoi familiari, il vicino di casa, lasciare il posto a qualcuno…. piccoli gesti D’Amore, e tutti quegli spruzzi piccolissimi cominceranno a sparire, e dopo spariranno anche gli altri, si comincia dal piccolo per arrivare al grande. ………

In un altro dei miei viaggi astrali, ci son ritornata… ero seduta sulla stessa nuvola, le gambe sempre penzoloni nell’universo, il pianeta terra di fronte a me; ho pensato: oddio ed ora cos’altro vedrò ?
La mia guida era accanto a me, mi ha mostrato la Terra ed io l’ho guardata col cuore in gola, non volevo vedere altro male.
Dal pianeta Terra, ho cominciato a vedere dei fiori bianchi che emanavano un alone di luce, erano in mano ad alcune persone, queste davano il fiore ad altre persone che non lo avevano, ed io vedevo che chi dava il fiore, se ne trovava un’ altro identico per le mani.
Questi fiori viaggiavano di mano in mano e la terra pian piano si ricopriva di bianco.
Che spettacolo bellissimo, mi volto verso Camilla e lei mi sorride, sapeva bene che avevo capito. Quei fiori erano il simbolo dell’Amore, quello che abbiamo quando aiutiamo, quando amiamo, quando facciamo un piacere, quando siamo disponibili per gli altri, insomma, ogni fiore era un gesto di amore verso altri esseri, di tutte le razze, di tutti i colori, forme; verso di noi, verso il nostro essere un tutt’Uno e non più, esseri separati.
Ho compreso cosa devo fare, Grazie Camilla

Maria Fenelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *