E’ importante meditare?

A volte mi chiedo l’utilità dei viaggi astrali : a cosa serve uscire fuori dal proprio corpo ?

Di solito si scopre che tutto ciò che abbiamo sperimentato e visto nella vita fino ad ora non è che una minima parte di ciò che esiste ed il corpo e le parti materiali ne rappresentano soltanto l’involucro, il guscio esterno.

Non dico che nel piano astrale cambia tutto, ma spariscono con la ripetizione delle esperienze molte delle paure principali e si raggiunge una consapevolezza del mondo che ci circonda e del vero scopo della vita, dato che ci rendiamo conto di essere parti immateriali e spirituali fatte di energia e vibrazioni collegate ad un multiverso di dimensioni.

Le sofferenze fisiche ci appaiono meno pesanti e la morte un varco od un passaggio perchè tutto ciò che appare fuori è impermanente e legato al tempo, tutto passa.

Ma non bisogna fermarsi qui, non è con le percezioni extrasensoriali o il raggiungimento di chissà quali poteri che si ottenga chissà quale verità! Al di la di queste prese di consapevolezza siamo sempre sopra la punta di un iceberg dato che tutta la conoscenza che è dentro di noi deve sciogliersi come acqua ed emergere dal ghiaccio.

Mano a mano che andavo avanti in queste esperienze di fuoriuscita del corpo mi rendevo conto che non andavo da nessuna parte perchè vedevo me stesso riflesso negli specchi di una dimensione onirica.
Mi spiego meglio: esistono gradi o stati di consapevolezza “focus” che vanno scalati perchè ad ognuno di essi corrisponde una locazione nel mondo astrale: nei piani più soggettivi vediamo delle nostre parti riflesse, nostri io, condizionamenti e la distinzione tra viaggio astrale e sogno lucido è molto sottile.

Moltissimi mi raccontano le proprie esperienze, raccontano di aver incontrato strani personaggi, mostri o larve minacciose oppure conoscenti o familiari pur non avendo chissà quali rivelazioni ed avendo il dubbio di trovarsi in un semplice sogno lucido: la domanda più ricorrente è “era un viaggio astrale oppure un sogno lucido? erano persone reali oppure erano invenzioni della mia fantasia?”

Ebbene non c’è risposta a tale domanda dato che scopriremo che è la nostra mente a creare la realtà, sia quella illusoria e condizionata dal nostro ego le nostre paure o condizionamenti, sia una realtà più vicina al nostro Sè, alle nostre origini, alla Fonte, l’uno dal quale tutti proveniamo.

La metafora di Aladino spiega esattamente La lampada del genio, per definizione, contiene un genio: onnipotente per potersi mettere al servizio di chi possa sfruttare questa forza.

La forza del genio è fondamentale, ma può essere utilizzata da una persona che, grazie a questa forza, impara a fare i conti con la realtà, oppure da chi si invaghisce di una forza e di una fantasia di indipendenza fini a se stesse (essere schiavi del mondo e delle proprie illusioni).

Pertanto urge un cambiamento fondamentale dentro di noi; imparare a controllare la nostra mente.
Come? vi spiego la tecnica più potente in assoluto: la MEDITAZIONE.
Quali sono i benefici mentali della meditazione?
1- la mente è più serena e lucida
2 – sviluppa un senso di benessere

3 – Aumenta le facoltà mentali
4 – chiarisce le idee (persino nei momenti più critici
5 – stabilizza l’umore
6 – contribuisce a creare armonia nelle relazioni
7  – aiuta la concentrazione nel lavoro, negli studi nello sport etc..

ma la cosa più importante:
8 – sviluppa la consapevolezza

La consapevolezza è una diversa è più intensa presenza mentale che consiste nel vedere la Realtà con occhi diversi; siamo più presenti a noi stessi, “siamo” di più.

Esattamente, se hai già meditato un poco, ti sarai accorto che già dopo un paio di settimane (in cui lo fai tutti i giorni, o quasi) le cose intorno a te sono più belle, i colori sono più vivaci ed intensi, noti di più dei particolari stupendi del paesaggio che prima erano mimetizzati nello sfondo.

I suoni, le sensazioni del corpo, tutto è naturalmente e quasi impercettibilmente più “intenso” più vivido.

Chi medita vive pienamente lo stato dell’Essere, il lavoro, lo stato sociale, le condizioni fisiche perdono molta della loro importanza perchè quando sei “presente nell’ESSERE”, tutto il resto è UN TEATRINO, con la sua importanza, ma una importanza da teatrino!

La meditazione non è legata all’età o all’esperienza o alle condizioni fisiche , chiunque lo può fare vecchi e giovani ed i benefici più concreti, i più omnipervasivi e profondi sono i meno semplici da descrivere e possono sembrare, detti a parole i meno concreti.

I veri benefici, quelli concreti, non sono il “vivi più a lungo, aumenti l’inspessimento del cervello o muori meno di infarto; questi per quanto effettivi sono sciocchezze!

Il vero beneficio è essere più presenti al mondo ed è legato al vissuto individuale e non è descrivibile a parole. Come posso descrivere il colore giallo a chi non lo ha mai visto? Con le parole potrebbe sembrare qualcosa di astratto eppure il giallo è vero, ed è molto concreto dato che la vita che trascorri dopo aver meditato è uguale e diversa da tutte le altre perchè è più consapevole.

Cosa c’è di concreto dell’essere pienamente nella tua stessa vita?

Questi sono i motivi per i quali io consiglio prima di tutto la Meditazione a chiunque volesse sviluppare percezioni extrasensoriali perchè viaggiare in astrale serve a scoprire se stessi senza “elucubrazioni mentali” ed in maggiore presenza e consapevolezza si può volare in alto.

Medita costantemente, poco importa se sei ateo o cattolico, buddista o altro,  meglio se non ti aspetti alcun beneficio, e vedrai come, quasi senza accorgertene la tua vita sarà migliore.
modificare.

Un abbraccio

Micky Bizzarri

Seminari e Corsi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *