La Biblioteca – Maria F.

In uno dei miei tanti viaggi a “casa”..

Mi trovai nei pressi di un edificio, ero accompagnata dalla mia guida Isabella.
Ero all’inizio di un vialetto, era lastricato, mi sembrava di marmo.
Isabella mi lasciò lì, lei non potè venire con me, mi lasciò con un maestro, lo sentivo che era un maestro.
Incuriosita cominciai a percorrerlo, finchè quasi davanti all’ingresso di questo edificio vidi una fontana, simile a quella a zampilli, ma molto più bella, bianca, anche quella dava l’idea di essere dello stesso marmo.
​Quando fui vicino il maestro mi disse che era la fonte dell’energia, ( li a quella fonte, andò in seguito anche una mia amica, e bevve quell’acqua ).
Entrai nell’edificio, in quel periodo ero curiosa di sapere, cosa dovevo fare, perchè ero qui, e oltre a leggere molto, mi arrivavano questi tipi di insegnamenti, da parte di entità, atte a darmi queste risposte.
Dentro, l’edificio non era molto grande, era di forma circolare, ma lo sguardo, vagava oltre la dimensione degli occhi umani, sapevo che quello che vedevo era solo una piccola parte, quella stanza in realtà era molto più grande, conteneva i diari delle “vite” di chi era incarnato, lì era anche il mio.
Era come una biblioteca e vedevo tutti questi libri e diari, che contenevano TUTTO quello che sarebbe successo a quelle vite, chiesi se potevo vedere il mio per comprendere, x capire.
Ci sedemmo ad un tavolo di legno lucidissimo, e solido, altri maestri entrarono e si misero seduti a questo tavolo, mi trovai con questo MIO libro e cominciai a guardarlo, alcune cose riuscivo a vederle chiaramente, e altre venivano offuscate, perchè non mi era ancora concesso, di sapere quelle cose che mi sarebbero capitate.
Parlammo e mi spiegarono molte cose, poi mi fecero alzare, e raggiunta una parte laterale della stanza, mi fecero mettere davanti ad uno specchio e mi dissero di guardare, di vedere come ero VERAMENTE.

Mi guardai nello specchio e quello che vidi, fu incredibile, ERO LUCE, ENERGIA, la mia forma umana poco si intravedeva……… e mi spiegarono, che tutti siamo fatti così, ma molti sporcano la loro luce, e per questo non brilla e non si vede.
Mi fecero vedere LA LUCE DIVINA……… fantastica ed indescrivibile, simile a quella che avevo visto nello specchio, ma ancora più bella……. ed è ancora quella la luce che io vedo, quando uso l’energia, perchè, questo mi spiegarono, quell’energia, va usata CON AMORE e PER AMORE.

​Maria Fenelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *